Na hora certa!

Notícias atualizadas do Brasil, Portugal, Itália, Alemanha, Reino Unido e Irlanda

Não perca a chance! Clique na imagem do Curso de Italiano!

Alimentos e bebidas - Curso HACCP

Conhecer, conservar, transformar e cozinhar os alimentos da maneira correta, em conformidade com o APPCC (HACCP).

Intro

  • Violenta rissa sul lungomare di Crotone: denunciati 10 giovani, locale chiuso per 8 giorni
    on julho 4, 2020 at 6:46 pm

    Dieci giovani tra i 18 e 30 anni di età sono stati denunciati dalla polizia di Crotone per la rissa avvenuta nella notte scorsa in via Cristoforo Colombo, nei pressi di una nota attività commerciale Sul posto, e dopo aver ricevuto la segnalazione di una violenta zuffa che stava coinvolgendo una quindicina di persone, si sono precipitate le Volanti della Questura cittadina insieme ai colleghi della Squadra Mobile. Arrivate sul luogo dei fatti le pattuglie vi hanno trovato un ragazzo che giaceva a terra, privo di sensi, e che presentava numerose ferite lacerocontuse. Tramite la Sala Operativa, gli agenti hanno così fatto intervenire il 118 e contemporaneamente identificato dei giovani che si ritiene abbiano preso parte alla rissa. Dalle prime informazioni apprese lo scontro sarebbe nato per dei futili motivi e avvenuto prevalentemente nei pressi del locale del lungomare dove i contendenti stavano consumando alcolici. Il consistente numero di persone all’esterno della struttura, peraltro in violazione delle norme anti Covid, ha complicato non poco le prime attività della Polizia. Nell’ospedale cittadino, poi, anche qui senza difficoltà, sono stati identificati tutti i soggetti che avrebbero partecipato alla colluttazione: si tratta di tre 18enni (tra cui una donna); un 20enne, un 21enne, un 23enne, un 24enne, due 25enni ed un 28enne. Dai referti medici acquisiti presso lo stesso nosocomio si è appreso poi che tutti abbiano ricevuto tra 5 e i 15 giorni di prognosi. Data la gravità dell’episodio, determinata anche dalla presenza di soggetti risultati gravati da numerosi precedenti, è stato disposto un provvedimento di sospensione dell’esercizio commerciale e per 8 giorni. La chiusura temporanea, fanno sapere dalla polizia, è stata necessaria per motivi di ordine e sicurezza pubblica e per impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale. Nel pomeriggio di oggi, ad eseguire il provvedimento, sono stati gli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa insieme agli operatori della Squadra Volanti della Questura pitagorica. Il gestore è stato redarguito ed informato che nell’ipotesi si ripeta una situazione come quella della scorsa notte, la sospensione potrà trasformarsi in un provvedimento ancor più afflittivo, fino all’eventuale revoca della licenza.

  • Il Pd di Cosenza con la Cgil nella battaglia sul Durc
    on julho 4, 2020 at 6:25 pm

    Il coordinamento provinciale del Partito democratico di Cosenza si schiera al fianco della Camera del Lavoro della Cgil e della Fillea Cgil chiedendo ai parlamentari calabresi del Pd e a tutta la deputazione di schierarsi nella battaglia che il sindacato sta portando avanti sul Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva). "Ritardare la sua presentazione - si legge in una nota del Pd - rischia, in molti casi, di favorire imprenditori senza scrupoli che, anche durante l'emergenza Coronavirus, si sono approfittati dei lavoratori. È inutile nascondersi dietro ad un dito: il Durc è lo strumento di Legge che ci permette di conoscere la salubrità di una azienda e dei suoi rapporti con dipendenti e collaboratori. Ritardando la sua presentazione si rischia non di agevolare le imprese oneste ma di avvalorare il caporalato di chi non agisce secondo le disposizioni." "La Cgil - si legge infine - si sta battendo strenuamente affinché il Parlamento blocchi lo slittamento della presentazione del Durc e il Partito democratico non può non appoggiare questa lotta. Chiediamo pertanto a tutta la deputazione del Pd di depositare al più presto un ordine del giorno che riporti il Durc al centro della documentazione acclarante I presupposti di legge per la concessione di qualsivoglia contributo pubblico."

  • San Giovanni in Fiore: Piazza Municipio intitolata a Giacomo Mancini
    on julho 4, 2020 at 6:02 pm

    Incontro ieri pomeriggio di una delegazione del Partito Socialista Italiano, composta dal Segretario Cittadino Giovanni Oliverio, dal Vice-Sindaco Luigi Scarcelli, dal Capogruppo Consiliare Luigi Foglia e dai compagni Pierino Lopez, Franco Talarico e Franco Merandi, con il Sindaco di San Giovanni in Fiore Giuseppe Belcastro. La riunione, voluta dai socialisti per definire alcuni impegni programmatici precedentemente assunti, si è svolta in un clima sereno e proficuo. “Si è concordato - afferma il segretario Oliverio - di approvare il bilancio consuntivo del 2019 ed il relativo bilancio di Previsione 2020 entro il prossimo 15 luglio, apportando nel documento contabile di previsione alcune importanti novità. Non solo si tenterà di abbassare le tasse, operando sull'addizionale comunale, ma saranno destinati agli operatori economici della città, in stato di sofferenza finanziaria per via del lockdown imposto dal governo per fronteggiare la pandemia da coronavirus, i risparmi ricavati da servizi non resi durante lo stesso periodo e per la stessa motivazione come, per fare un solo esempio, la mensa scolastica che non è stata erogata perchè le scuole sono state chiuse. Un provvedimento, quest’ultimo, scaturito dalle sinergie emerse dal tavolo di confronto aperto tra gli stessi operatori economici cittadini e l’Amministrazione Comunale”. Nel corso dell’incontro con il sindaco Belcastro, i socialisti hanno anche ribadito la forte volontà di opporsi al depauperamento dei servizi sanitari cittadini e dell’ospedale, che dovrà essere dotato di un mammografo così come promesso tempo addietro dal commissario regionale alla sanità,Saverio Cotticelli. “Va bene il camper per la mammografia in screening per quindici giorni – prosegue il segretario cittadino del Psi - ma il mammografo deve essere installato nella struttura ospedaliera, così come promesso e sotto-firmato in un documento congiunto dal Commissario ad acta per la Sanità Ge.le Saverio Cotticelli. Palliativi non ne accettiamo più e chiediamo a Cotticelli di soddisfare celermente gli impegni assunti”. La segreteria cittadina del Psi sangiovannese, infine, esprime grande soddisfazione per la condivisione da parte del sindaco Belcastro della proposta di intitolazione di piazza Municipio al “leone” socialista, Giacomo Mancini . “Giacomo Mancini – affermano i socialisti - è stato un grande politico italiano, portatore degli ideali e dei valori socialisti, profondamente innamorato della sua città e della sua terra, dove ha lasciato tracce tangibili ed indelebili del suo operato e della sua straordinaria lungimiranza. Un socialista “irrequieto” ed indomito innamorato del Mezzogiorno, della Calabria e della sua città alla cui tenacia l’altopiano silano deve la realizzazione della Statale 107, ossia di quella "Strada di Grande Comunicazione" che garantiva un collegamento , allora, moderno, fra le città di Cosenza e Crotone, di cui ha beneficiato e beneficia, nonostante oggi dovrebbe essere riqualificata e messa in sicurezza, anche la nostra San Giovanni in Fiore, su cui è stata realizzata via Panoramica ( ex variate)”.

  • Depurazione Bova, Ferrara (m5s): troppi ritardi, non può rimanere senza impianto
    on julho 4, 2020 at 5:40 pm

    «L’agglomerato di Bova Marina non può più rimanere senza un impianto depurativo funzionante». L’eurodeputata Laura Ferrara investe la Commissione europea dell’annosa vicenda relativa ai ritardi nella realizzazione del nuovo impianto depurativo di Bova Marina. «Le infinite lentezze burocratiche e progettuali hanno negato fino ad oggi al territorio di Bova Marina il nuovo impianto di depurazione. Stiamo parlando – ricorda la Ferrara - di ritardi procedurali che risalgono addirittura al Por 2000-2006. Se, dunque, in un primo momento l’opera doveva essere realizzata con finanziamenti a valere su questi fondi europei per un importo complessivo di € 3.754.147 i soliti ritardi ed un’azione giudiziaria ne hanno comportato la perdita. Vista l’importanza del progetto in termini di salvaguardia ambientale del territorio e di tutela della salute dei cittadini, al suddetto intervento fu data comunque copertura finanziaria tramite le economie del FSC 2000/2006 per un importo rimodulato pari a € 4.212.912». «Ma la priorità della salvaguardia della salute deve essere caduta nel dimenticatoio della politica locale – commenta amareggiata l’eurodeputata – perché ad oggi il nuovo impianto rimane solo sulla carta». «Con queste premesse ho interrogato la Commissione europea. La persistente mancanza di un sistema depurativo funzionante nell’agglomerato di Bova Marina può comportare un grave ed irreparabile pregiudizio per la salute dei cittadini e per la tutela dell’ambiente. Ho chiesto inoltre alle Istituzioni europee di sollecitare gli enti territoriali competenti ad accelerare l’iter di realizzazione del nuovo impianto depurativo» conclude l’europarlamentare.

  • Amantea: torna in campo il beach volley
    on julho 4, 2020 at 5:17 pm

    Anche quest’anno torna in campo il beach volley ad Amantea per la stagione estiva 2020. Un appuntamento diventato ormai imprescindibile per tutta la comunità amanteana e calabrese e che quest’anno ripartirà in piena sicurezza, garantendo sport, sole e tanto divertimento a tutti i cittadini calabresi e a tutti i turisti che verranno sulle nostre coste nel rispetto dei protocolli federali anti Covid-19. L’Asd Beach & Volley, dunque, ha deciso di ripartire. E lo farà con la solita passione ed il solito entusiasmo perché Amantea, la Calabria e tutta l’Italia hanno voglia di praticare sport in sicurezza. Quest’anno siamo particolarmente felici e orgogliosi di poter ricominciare le nostre attività estive. I mesi appena trascorsi hanno segnato le nostre comunità e cambiato profondamente la nostra vita quotidiana. Adesso però possiamo e vogliamo ripartire con cautela, responsabilità e rispettando tutte le prescrizioni normative. Anche questa estate lo Sport Village sorgerà in Località La Tonnara ad Amantea (CS) al termine della pista ciclabile, nei pressi del lido La Pecora Nera Beach. La struttura è pronta ad accogliere giovani e meno giovani, amatori e professionisti che vorranno seguire corsi o praticare beach volley rispettando i rigidi protocolli. Altra novità del 2020 sarà la possibilità di praticare il beach tennis. “Abbiamo deciso di “arredare” il nostro Sport Village con i pannelli delle attività che ci hanno sempre sostenuto, senza chiedere loro alcun contributo. Riteniamo sia un atto doveroso visto il momento di grave difficoltà e considerata la fiducia che i nostri partner hanno sempre riposto nell’attività dell’associazione”, fanno sapere gli organizzatori. Nel corso dell’estate 2020 l’Asd Beach Volley Amantea lancerà l’iniziativa “Back Together - Emozioni, Passione, Vita”. Il progetto è rivolto ai giovani dai 7 ai 15 anni, ai ragazzi a rischio devianza o in difficoltà economica e alle rispettive famiglie, ma anche ai turisti, agli atleti professionisti e a tutti gli appassionati di beach volley. L’iniziativa si svolgerà in varie fasi e prevede, tra le altre cose, l’organizzazione di partite di beach volley all’aperto, tornei amatoriali, incontri con atleti professionisti e coach con esperienza internazionale e momenti di aggregazione sociale. Insomma, un’estate piena di attività che ci permetterà di ripartire all’insegna dello sport, della sicurezza e di tanto, tantissimo divertimento.

  • Tra le armi e i simboli massonici anche un volume antico rubato in Abruzzo
    on julho 4, 2020 at 4:55 pm

    Era stato trafugato a Sulmona in Abruzzo un volume in latino risalente al 1651, commentario della Bibbia. Il testo è stato ritrovato dai carabinieri di Vibo Valentia nell'Accademia di Belle Arti "Fidia" di Stefanaconi durante una perquisizione. È successo lo scorso 2 luglio quando, nell'ambito delle indagini, i carabinieri hanno arrestato due docenti dello stesso istituto, marito e moglie, perché trovati in possesso di otto fucili, una mitragliatrice polacca, 4 pistole clandestine, due silenziatori e 500 munizioni di vario calibro.




Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *